giovedì 10 aprile 2008

Bufale elettorali


Da qualche giorno gira in rete la mail che segue
:

A TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO VOTARE SCHEDA NULLA O BIANCA PERCHÈ NON RAPPRESENTATI DA NESSUNO. Così facendo, in realtà, favorirete il partito con più voti. INFATTI (vedere REGOLAMENTI PER IL CALCOLO DEL PREMIO DI MAGGIORANZA!) anche i voti bianchi o nulli entrano nel calcolo del premio di maggioranza, favorendo, indirettamente chi ha preso più voti. MA C’E’ UNA SOLUZIONE - ECCO I RIFERIMENTI LEGALI.

Tutto si basa su un’uso “PUNTIGLIOSO” della legge: D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104
….OMISSIS
Il segretario dell’Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.
…OMISSIS

Illustro nei dettagli il sistema DA USARE, che è già stato indicato da altri:
1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA
2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA) dicendo: “Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato”
3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA
4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUNGERE, IN CALCE AL VERBALE, UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio, ma ognuno decida il suo motivo: “Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta”)
(D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104, GIÀ citato)

COSì FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO,NULLO O BIANCO, SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIù VOTI!!C’E’ IL RISCHIO CHE I SEGGI SI INTASINO, PERCHE’ ILVERBALE DI RIFIUTO VA REDATTO DAL SEGRETARIO IN TRIPLICE COPIA, MA SENZA CALDEROLI E COMPANY, DI QUESTI BIZANTINISMI SE NE SAREBBE FATTO A MENO.

Vi posto il link Camera dei Deputati

Questo link lo trovate partendo da questo e cliccando su Titolo VII: Disposizioni Penali che trovate nella lista alla vostra sinistra.L’articolo è il 104 quinto capoverso.

Orbene... facciamo attenzione... ecco di seguito la spiegazione:

Nel testo allegato ieri c’era un errore fondamentale che inficia tutto il ragionamento ed è il fatto che le schede nulle e bianche non vengono affatto conteggiate ai fini dei quorum per i quali si usano esclusivamente i VOTI VALIDI. I voti bianchi e nulli non sono affatto conteggiati ai fini della distribuzione dei seggi e del superamento del quorum.

Inoltre "proteste e reclami" impediscono il regolare svolgimento dello operazioni di voto perchè le proteste e i reclami possono essere fatti solo rispetto alla regolarità di tali operazioni e non certo rispetto alla validità o meno della legge elettorale vigente per mettere in discussione la quale bisogna ricorrere alla giurisdizione. La legge vieta espressamente il turbamento delle operazioni di voto e da al presidente la possibilità di ricorrere alla forza pubblica per ripristinare il corretto svolgimento delle operazioni. Non esiste poi alcun diritto di rifiutare la scheda elettorale non essendo questa possibilità prevista da alcuna norma della legge elettorale.

Perchè dunque confondere le idee agli elettori?

Sul sito della Camera è possibile scaricare il manuale completo delle elezioni in formato PDF da cui è possibile comprendere come queste modalità di protesta sono l'ennesima bufala che gira in rete allo scopo di creare confusione.

2 commenti:

ANGELO ANIELLO DE VITA ha detto...

Cari amici di vivacampaniaviva, ancora una volta non posso che apprezzare il vostro tentativo di aprire le menti alla verità...
Addirittura in treno sentivo una signora propagandare questa bufala e riuscire a creare adepti...
Quindi andiamo a votare: è pur sempre un nostro diritto - dovere, e, malgrado i tempi non siano dei migliori, cerchiamo di farlo nella maniera migliore possibile!
Con la consueta stima, Angelo De Vita

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.